Il gufo tridimensionale di Bordalo II

In occasione del festival di arte urbana WOOL, che ha sede a Covilhã (Portogallo), lo street artist Bordalo II ha realizzato “Owl Eyes“, un enorme opera/installazione che ritrae un gufo composto da diversi materiali riciclati. L’artista, infatti, è noto per utilizzare non solo la pittura, ma anche oggetti dismessi che trova per strada: ruote, ganci, metalli, legno, tutto è utile a comporre queste opere tridimensionali che si prestano anche ad un’esperienza tattile. L’intento dell’opera è aprire gli occhi sull’importanza dell’educazione e della cultura soprattutto in luoghi apparentemente dimenticati.

http://www.bordalosegundo.com/

Annunci

Informazioni su Fools Journal

Magazine di cultura, letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità. Email: foolsjournal@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in arte, design, eventi e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Il gufo tridimensionale di Bordalo II

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...