Le parole perse nella traduzione di Anjana Iyer

Esistono parole che si perdono nella traduzione, nel senso che non esiste un corrispettivo che renda pienamente il significato primordiale del termine. Per questo motivo, l’artista neozelandese Anjana Iyer ha realizzato una serie di illustrazioni – dal titolo “Found in Translation” – che rendono visivamente l’idea: ci sono parole inglesi, tedesche, russe…e anche un’italiana: gattara. Enjoy!

https://www.behance.net/AnjanaIyer

Annunci

Informazioni su Fools Journal

Magazine di cultura, letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità. Email: foolsjournal@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in arte, design e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le parole perse nella traduzione di Anjana Iyer

  1. monticiana ha detto:

    Utilissimo!! Adoro!! Io ho scoperto, e ne ho parlato nel mio blog, che maternity e maternità hanno accezioni diverse.. Per esempio! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...