Le scenografie dell’anima: le stanze di Jee Young Lee

Un piccolo studio d’artista che si trasforma in meravigliosi mondi possibili. È questo ciò che realizza Jee Young Lee, artista sudcoreana che reinterpreta ricordi d’infanzia, fiabe del suo paese e famose opere letterarie in accuratissime scenografie, in cui ogni singolo pezzo è realizzato da lei, tutte all’interno di una sola stanza. E lei, protagonista indiscussa della resa reale della sua fantasia, si fotografa al suo interno. L’effetto è pura magia.

http://www.opiomgallery.com/en/artistes/oeuvresphotographe/17/jeeyoung-lee

Annunci

Informazioni su Fools Journal

Magazine di cultura, letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità. Email: foolsjournal@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in arte, fotografia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Le scenografie dell’anima: le stanze di Jee Young Lee

  1. Serafina ha detto:

    La stanza, a parte i colori, mi ricorda in qualche maniera la stanza di Twin Peaks di David Lynch con l’agente Cooper e il nano. Viene in mente solo a me?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...