Il taccuino dell’ultima cena

Guardare le illustrazioni dell’artista russa Nataliya significa scoprire ogni volta nuovi dettagli che porteranno ad ammirarle. In primo luogo, il talento nel disegno. Poi, la genialità nell’utilizzare le pagine dei taccuini come tele da comporre. Ancora, la creatività nell’usare sapientemente la bidimensionalità, utilizzando uno dei due fogli come tavoli della scena che ha disegnato. Infine, i soggetti delle sue composizioni: strani (e inquietanti) uomini e animali che consumano la loro ultima cena. Non a caso, il titolo che ha dato alla serie è “The Last Supper“. E il risultato è meravigliosamente brillante.

http://www.behance.net/pedalja

Annunci

Informazioni su Fools Journal

Magazine di cultura, letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità. Email: foolsjournal@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in arte e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il taccuino dell’ultima cena

  1. cavallogolooso ha detto:

    L’ha ribloggato su Depresso Gioioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...