Pillola#120 – Luciana Littizzetto

“Caro Guido Barilla, io ti stimo tanto e non potrei vivere senza i Pan di Stelle, ma secondo te, Banderas che parla con una gallina rappresenta la famiglia tradizionale? Un mugnaio spagnolo che lima i biscotti uno per uno ti sembra la rappresenti? Poi la famiglia tradizionale non abita in un Mulino, abita in un appartamento con il mutuo. Sai chi ci va nel Mulino Bianco? I gay, a passarci il weekend. Con le tende bianche, le candele alla vaniglia, uno fa il thè e l’altro ci mette il biscotto. Nel Mulino Bianco si può fare un video ideale per i Village People. Guido, se tu riuscissi a fare passare un messaggio di tolleranza nei tuoi spot, sarebbe un messaggio pazzesco. La famiglia tradizionale è quella dove ci si vuole bene, e non importa se è tra due uomini, due donne, un uomo e una donna o una gallina. L’importante è che ci si voglia bene. E poi ci spieghi perché tu che sei così tradizionale e bacchettone, nella pasta fai le pippette e i ditalini?” – Luciana Littizzetto (20 settembre 2013)

Annunci

Informazioni su Fools Journal

Magazine di cultura, letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità. Email: foolsjournal@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in attualità, pillole, queer life e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Pillola#120 – Luciana Littizzetto

  1. fantastica Luciana! anche se tutta la polemica intorno alla Barilla l’ho trovata abbastanza noiosa

    • Nicola Nigri ha detto:

      Effettivamente il sig. Balilla ha espresso una sua visione e opinione nel rispetto delle diversità! Probabilmente i media dovevano distogliere l’attenzione da qualcos’altro.

  2. scatenolamente ha detto:

    ahahhah grande Luciana!!
    lascio un link, guarda il video e le immagini che scorrono sotto il video 😉
    http://www.napolike.it/barilla-contro-gli-spot-con-famiglie-gay

  3. cecilia ha detto:

    io adoro questa donna!!!!!

  4. Susi ha detto:

    Sinceramente non capisco tutta questa polemica e questo polverone. Fin ora qualche pubblità che conosciamo (italiana) ha mai rappresentato una famiglia gay? Mai, e non è mai fregato nulla a nessuno. Adesso lui l’ha detto apertamente (anche se era effettivamente abbastanza palese) e si è scatenato il finimondo. Io sono sempre stata a favore dei matrimoni gay, ma c’è davvero bisogno di tutta questa storia quando fino al giorno prima, nessuno se n’è mai interessato?

    • Simona ha detto:

      secondo me uno può fare la pubblicità come vuole, nel rispetto di tutti, ma dire che una azienda internazionale e importante come la barilla NON vuole rappresentare i gay come se fossero ladri o assassini o evasori fiscali!! beh questo è brutto, bisognerebbe evolversi, poi uno fa le scelte che vuole, ma rispettare le molteplici sfaccettature della vita!

  5. Valerio ha detto:

    Cara Luciana,
    Una volta ti seguivo! Ti trovavo geniale…. Poi hai iniziato a fare satira politica. Da anni ho il ribrezzo a guardare qualsiasi trasmissione in cui ti presenti a suon di milioni! Rispetto alle pubblicità della Barilla credo che quelle della coop non si discostino molto. Ma non parliamo delle coop per piacere perché potremmo andare avanti anni. Penso che una azienda, qualsiasi essa sia, che spende milioni di euro, i propri soldi, in politiche di marketing possa e debba seguire la linea che meglio crede. E non credo che ne tu, nè il presidente della repubblica, del consiglio, ne qualsiasi altro politico, nè il papa o chiunque altro possiate mettere becco in queste faccende. Date notizie distorte: Barilla non ha mai detto di avere qualcosa contro i gay. Ha semplicemente detto che nelle Sue pubblicità rappresenta quello che è il Suo ideale di famiglia. Non ha criticato gli altri. Ora questa non è informazione e la tua è satira su una invenzione. Non fai più ridere! Ne sembri più tanto ispirata se pensi di dare notizia con queste informazioni! Boh, questa è l’Italia. E se gli italiani ti seguono ancora per queste cose, beh capisco perché siamo finiti così in basso. Che delusione!

    • Matilde Mazzocco ha detto:

      caro Valerio…
      un altro argomento di così alta concentrazione mediatica, poteva darlo solo il video di sesso tra banderas e la gallina.. vorrei palesare e scandire l’affermazione del caro guido barilla “Non faremo pubblicità con omosessuali, perché a noi piace la famiglia tradizionale. Se i gay non sono d’accordo, possono sempre mangiare la pasta di un’altra marca” questa è un’affermazione omofoba.. e per diventare tutti perfetti come la famiglia del mulino bianco .. ci troviamo in questa situazione di m**** in Italia..
      per cui al caro guido barilla non solo gli accuserei l’affermazione omofoba.. ma gli accuserei anche “spot scorretto e fa promesse non veritiere” per cui ti converrebbe ridere alla satira della litizzetto .. perchè la linea di marketing del mulino bianco è tutta una gran bufala.. forse sarebbe molto più vero e corretto vedere la sacralità di una famiglia rappresentata da gruppi di minoranza non convenzionali alle “regole del gioco” di sacro al giorno d’oggi ci sono rimasti solo i sentimenti e di qualunque natura siano, nessuno vi può metter bocca, nemmeno giustificandosi di mangiare un’altra marca di pasta.. la delusione più grande è che ci siano persone che metton bocca anche al sorriso su temi gravi di valori inventati da esseri umani e non richiesti da Dio

  6. birdofhermes1988 ha detto:

    L’ha ribloggato su Heaven's gate is open…e ha commentato:
    Brava Lucianina!!! =D
    (Anche se Banderas non è mica male! xD)

  7. laura ha detto:

    Non so pero’ se la famiglia “tradizionale” sia quella in cui ci si vuole bene. Forse l’importante e’ che ci si voglia bene e ci si rispetti reciprocamente, che si sia o no una famiglia o dei singoli esseri umani. Nella famiglia tradizionale, fondata sul matrimonio e sul patrimonio, volersi bene non era al primo posto. Ci potevano e ci possono essere molte violenze, e anche molta ipocrisia, in quella che si chiama famiglia tradizionale.

  8. robertino norbiato ha detto:

    Sono daccordo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...