I dadi giganti nelle acque internazionali!

Lo scorso 12 dicembre due giganteschi dadi rossi sono stati – lettaralmente – gettati in mare come auspicio di fortuna e prosperità. A partorire l’idea è stato l’artista Max Mulhern, il quale grazie all’architetto navale Francois Rougiere ha costruito le due strutture – 8 compartimenti ad angolo che reggono 6 pannelli – che permetto loro di essere instabili e di girare proprio come se qualcuno li stesse lanciando con le mani. All’interno dei dadi è stato installato un sistema GPS che permette di localizzarli e in qualsiasi momento si può sapere che fine abbiano fatto, se si sono separati, se sono arrivati sulla terra ferma e se qualcuno li abbia trovati. Unica nota: è assolutamente vietato gettare oggetti nelle acque internazionali in quanto pericoloso per le imbarcazioni, per la visibilità notturna e per l’inquinamento delle acque. Ma per l’artista erano dettagli. Cliccate sul sito in calce all’articolo per saperne di più, intanto ecco i dadi. Quanto è fool questa idea?

aqua_dice01 aqua_dice02 aqua_dice03 aqua_dice04

http://www.aquadice.net/ABOUT.html

Advertisements

Informazioni su Fools Journal

Magazine di cultura, letteratura, fotografia, arte, moda, queer life, eventi, musica, cinema, attualità. Email: foolsjournal@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in arte, eventi, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a I dadi giganti nelle acque internazionali!

  1. Pingback: Acquadice - Dadi giganti in acque internazionali | Playing with art

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...